Filtri Idropulitrici

-

Idropulitrici

13 prodotti

Mostra 1 - 13 di 13 prodotti

Mostra 1 - 13 di 13 prodotti
Vedi

Se sei un amante del fai da te e adori prenderti cura del tuo spazio verde, sicuramente ti sarà capitato, a volte, di trovare difficoltà nel tentativo di rimuovere delle macchie ostinate sul porfido o sul cemento. Ecco allora che la soluzione che fa al caso tuo è l’idropulitrice. In questa guida analizzeremo quali siano le caratteristiche delle idropulitrici e quale tra esse possa soddisfare al meglio le tue esigenze, sia di ottima qualità e abbia un prezzo accattivante.

Cos'è un'idropulitrice e perché ne hai bisogno?

Innanzitutto, l'idropulitrice funziona spruzzando un getto di acqua ad alta pressione su una superficie, capace di rimuovere anche le macchie più difficili da cemento, mattoni o rivestimenti. La pressione sulla superficie può, addirittura, essere regolata in modo che non danneggi la vernice o altre superfici che potrebbero essere più sensibili al lavaggio ad alta pressione. Ne deriva, quindi, l’ottimo utilizzo che se ne può fare dell’idropulitrice in quanto risulta idonea per pulizia ordinaria (come lavare la macchina o la bicicletta), straordinaria (come tetti e pareti esterne) e periodica (ad esempio il pavimento della terrazza).

Quali sono i diversi tipi di idropulitrici?

Per direzionarti sulla corretta scelta dell’idropulitrice, ti servirà conoscere la differenza tra due tipologie principali, ossia ad acqua fredda o ad acqua calda:

  • idropulitrice ad acqua fredda, consente una pulizia accurata e una rimozione dello sporco ostinato, soprattutto se viene utilizzato un valido detergente. Risulta essere un’ottima scelta per lavori domestici e professionali;
  • idropulitrice ad acqua calda, grazie all’affiancamento di una caldaia per riscaldare l’acqua, ti permetterà di rimuovere macchie d’olio e di grasso.

Oltre a questa distinzione, è possibile distinguere le idropulitrici tra:

  • con motore a scoppio, maggiormente richieste per lavori in cantiere in quanto molto robuste e resistenti. L’unico svantaggio è che sono molto rumorose e richiedono più manutenzione;
  • elettriche, sono adatte sia per ambienti domestici che professionali e, come dice il nome stesso, sono alimentate dalla corrente elettrica. Maneggevoli e compatte, le idropulitrici elettriche saranno la soluzione che cerchi.

Caratteristiche e vantaggi dell’idropulitrice

Scelta la tipologia di idropulitrice desiderata bisogna, però, valutare attentamente quale sia l’utilizzo che se ne deve fare e, in particolare, la scelta è vincolata anche dai tre parametri seguenti:

  • pressione, ossia la forza del getto d’acqua. Maggiore è la pressione, maggiore sarà la potenza del getto d’acqua e maggiore sarà, quindi, la possibilità di una rimozione dello sporco più precisa. Misurata in bar, la pressione indicativa per i lavori domestici (come ad esempio lavare l’auto) va da un minimo di 100/120 bar ad un massimo di 150/160 bar, mentre per lavori professionali si può arrivare fino ai 500 bar;
  • portata, misurata in litri al minuto (l/min) o litri all’ora (l/h), indica la quantità di acqua utilizzata in un certo lasso di tempo. Più acqua viene erogata e più efficace sarà la pulizia;
  • potenza, misurata in kilowatt (kW) per i modelli elettrici e in Cavalli Vapore (HP) per quelli con motore a scoppio, è legata ed è in proporzione alla pressione ed alla portata, infatti tanto più l’idropulitrice è potente e più sarà efficiente.

A questo punto non ti resta che selezionare il modello che più fa al caso tuo e, soprattutto, approfittare dei prezzi invitanti, dell’ottima qualità nonché dei numerosi vantaggi, ossia:

  • pulizia di superfici difficili da raggiungere
  • pulizia di qualsiasi superficie
  • utilizzo facile e veloce: è necessario solamente un tubo da giardino ed una presa elettrica (per i modelli elettrici)
  • risparmio di tempo per rimuovere lo sporco ostinato
  • meno utilizzo di detersivi grazie all’alta pressione del getto d’acqua
  • risparmio fino al 75% di acqua
  • possibilità di abbinamento di diversi accessori: ugelli, lance, pistole, spazzole e molto altro

Per una maggiore durata, la giusta manutenzione

Ovviamente non può venire meno la manutenzione dell’idropulitrice per fare in modo che abbia lunga durata e, quindi, è consigliabile assicurarsi di conservarla correttamente quando non è in uso. Si consiglia di conservarla al chiuso, se possibile, o in un'area dove non c'è possibilità che l'acqua vi penetri. Prima di riporla, però, la cosa migliore è pulire anche lo sporco che potrebbe esserci ancora sulla macchina. Una volta che l’idropulitrice è stata pulita esternamente e riposta correttamente, è il momento di pulire l'unità stessa. In tal caso è consigliato utilizzare un panno umido e, successivamente, uno asciutto per evitare che dell’acqua entri nelle parti elettriche. Dopo ogni utilizzo, invece, bisogna pulire le prese d’aria e, se presente, il filtro, mentre durante l’utilizzo è consigliato fare una pausa di circa mezz’ora per evitare che il motore possa surriscaldarsi.